LE LEZIONI DELLA SCUOLA HOLDEN AL FLA

Quest’anno debutta al FLA di Pescara la Scuola Holden, fondata da Alessandro Baricco.
Tre lezioni frontali in calendario, dedicate a tutti gli appassionati di scrittura sul montaggio, ritmo e narrazione di una storia.
Sarà garantito l'ingresso e l’accesso prioritario -fino ad esaurimento posti- ai possessori del Fullpass: informazioni sul sito Ciaotickets (a questo link) .


L'iscrizione ai corsi della Scuola Holden è riservata agli acquirenti del FULL PASS.
Per registrarsi ai singoli corsi è necessario attendere la mail di conferma con il coupon che permette la registrazione.
Il coupon verrà inviato da Ciaotickets entro 24 ore dall'acquisto del FULL PASS.
Sarà comunque possibile iscriversi in loco, esibendo il FULL PASS all'ingresso, fino ad esaurimento posti.

Alessandro Mari
Il montaggio

La Scuola Holden al FLA

Ci sono il talento e la capacità di mettere in fila le parole, ossia un certo orecchio per la musica della lingua. E poi c’è l’idea, l’intuizione di una storia originale. Ma pur avendo talento e capacità linguistica, non sapremo mai tradurre l’idea che custodiamo dentro in una storia se non ci chiediamo come sia meglio distenderla su carta. Insomma, se non ci interroghiamo sul montaggio, in particolare oggi dove le storie abbondano di linee narrative, intrecci, personaggi. Dall’Orlando Furioso a Il Trono di Spade, da Salinger a Calvino, spaziando dalla tv al cinema ma radicandosi nella letteratura: questa lezione disegnerà – rendendole visibili – le tecniche di montaggio più interessanti, e metterà alla prova la vostra capacità d’ingegneria narrativa.

Venerdì 10 novembre
ore 16.00 Sala Favetta c/o Museo elle Genti d'Abruzzo

Pietro Grossi
Il narratore

La Scuola Holden al FLA

Spesso sono talmente timidi che neppure li vediamo, altrettanto spesso sono talmente presenti da farci ridere o piangere delle loro stesse goffaggini. Che ci accorgiamo o meno della loro presenza, dietro ogni storia ci sono uno sguardo e una voce, e i più grandi romanzi e racconti sono resi eterni anche dalla potenza di quello sguardo e quella voce.
Attraverso qualche provocazione, e la lettura di qualche memorabile pagina, cercheremo di dare un volto più chiaro ai misteriosi personaggi che osservano le storie che amiamo, e che soprattutto vorremmo raccontare.

Sabato 11 novembre
ore 16.00 Sala Favetta c/o Museo elle Genti d'Abruzzo

Antonella Lattanzi
Il ritmo

La Scuola Holden al FLA

Ne La camera azzurra, George Simenon ripete una serie di poche frasi, dallo stesso contenuto, scritte quasi con le stesse parole, più e più volte, per tutto il romanzo, fino alla fine. Ogni volta, però, leggiamo queste parole con un tono diverso, con un ritmo diverso – e dunque con un significato diverso –, perché ogni volta Simenon ci disvela un pezzo di storia che illumina di una luce sempre più sinistra quelle parole che, nell’incipit, ci sembrarono spensierate, gioiose.
In Rumore Bianco, Don DeLillo scrive un primo capitolo magistrale in cui il ritmo è tutto – dalla lenta processione di auto guidate da adulti all’inizio del libro, passando per la gioiosa apparizione dei loro figli a metà del capitolo, per finire con una chiusura oscura, claustrofobica, quasi malata.
In Una questione privata Beppe Fenoglio sceglie con cura ogni parola per creare nella nostra bocca di lettori gli stessi scoppi e spaventi e odori che sentono i suoi personaggi, partigiani in cerca della vittoria.
Questo è il ritmo in un testo. È la voce dell’autore, inconfondibile, lo stile usato sul momento, in questo libro, in questo paragrafo. È la scelta delle parole e la loro combinazione sulla pagina in frasi, paragrafi, capitoli, parti, romanzi. È l’uso della punteggiatura – le virgole, i punti, i punti e virgola, i punti interrogativi ed esclamativi, i puntini di sospensione sono la partitura musicale di un romanzo. È il modo in cui il lettore è spinto a leggere dallo scrittore, ed è anche il modo in cui ogni diverso lettore leggerà uno stesso libro.
Nella lezione si parlerà del ritmo in tutte le sue forme, leggendo brani di grandi autori, commentandoli, studiandoli, facendoli nostri, scoprendo perché e come un autore ci piace così tanto, un libro ci sconvolge la vita, ce la cambia.

Domenica 12 novembre
ore 16.00 Sala Favetta c/o Museo elle Genti d'Abruzzo

UN SOLO PASS, TANTI VANTAGGI

Niente coda, posti riservati, eventi dedicati, la festa del Post e le lezioni della Scuola Holden.

 

#FLA17 FESTIVAL DI LIBRI E ALTRECOSE

9/12 novembre 2017