Daniele Cavicchia

Zeta l’ultima della fila

con Giovanni D'Alessandro
Sedici racconti tra l’onirico e il visionario, vergati con disinvoltura nello stile accattivante di una prosa fresca e fluida, si susseguono e intersecano in modo solo in apparenza casuale.

Interverrà Franca Minnucci, attrice.

Daniele Cavicchia
Zeta l’ultima della fila
con Giovanni D'Alessandro
giovedì 8 novembre
ore 20:00
Circolo Aternino - Sala Azzurra

INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI
Sarà garantito l'ingresso e l’accesso prioritario a chi possiede il Fullpass: maggiori informazioni a questo link.




BIO
Daniele Cavicchia è nato a Montesilvano. Fra le sue pubblicazioni di poesia ricordiamo "Il custode distratto" (2002), "La malinconia delle balene" (2004), "Dal libro di Micol" (2008), "La signora dell’acqua" (2011), "La solitudine del fuoco" (2016). Per la narrativa: "Celeste" (2003), "La matita" (2014). Tra i vari premi segnaliamo: Tagliacozzo, Camaiore, Rhegium Julii, Carispaq - L. Bonanni per la poesia; premio Teramo - M. Pomilio per la narrativa. Ha collaborato con «il Messaggero» e «L’informatore librario» e ha diretto due riviste. Sue poesie sono tradotte in ebraico, giapponese, inglese, russo, tedesco e ungherese.
 


- Il programma può essere soggetto a variazioni -

LE LEZIONI DELLA SCUOLA HOLDEN AL FLA

La voce, l'incipit e lo storytelling: tre lezioni della Scuola Holden a Pescara in occasione del FLA2018. Sconto del 50% per i possessori del Fullpass.