fbpx

FLA 2021

LUCIO VITULLO

Tutto in un abbraccio (per sempre) (Ianieri Edizioni, 2019)

venerdì 19 novembre 2021
ore 21:00
Museo Genti d’Abruzzo – Laboratorio Didattico

“Tutto in un abbraccio (per sempre)” è il riassunto degli ultimi 3 anni di vita e di poesia di Lucio Vitullo, un periodo in cui il suo stile si è andato evolvendo passando da una scrittura basata tutta su rime baciate ed alternate all’uso di un verso più libero. Le rime sono sempre presenti ma in misura inferiore, dove proprio non se ne può fare a meno, generalmente a chiusura della poesia. In questa raccolta vengono trattati temi diversi: quello principale resta l’amore, senza il quale non ci sarebbe ragione di alzarsi la mattina, intendendolo non solo come amore tra due persone ma anche amore per la vita (Un cielo da incontrare) innanzitutto e per tutto ciò che ci circonda e che va rispettato: animali, natura e le diversità.
Lungo questo cammino ricorrono spesso le parole “Sole”, “luna” e “Stelle”: gli astri vengono presi come punti di riferimento per ogni azione che si vuole compiere ma anche come confidenti con i quali sfogarsi ed ai quali chiedere consiglio.
Altri temi trattati sono l’amicizia, la violenza sulle donne e la prostituzione, purtroppo sempre più presenti nella nostra realtà, c’è il ricordo di persone che non ci sono più e la speranza per un mondo migliore. Il tutto rinchiuso in una abbraccio iniziale ed uno finale perchè l’abbraccio è “un contatto fisico necessario e vitale” in quanto trasmette sicurezza, calore ed energia mentale oltre che fisica.
L’immagine di copertina racchiude in pieno il senso di tutto il percorso perchè da un abbraccio ci si sgancia ma inevitabilmente ci si ritorna quasi fosse la propria dimora abituale.

Lucio Vitullo è nato a Pescara il 13/12/1972 e ivi risiede, si è diplomato in ragioneria nel 1991 e svolge l’attività di ragioniere.
Scrive poesie dal 1989 ma solo nel 2010 ha cominciato a farsi conoscere tramite concorsi letterari.
Ne ha fatti molti in tutta Italia ottenendo diversi riconoscimenti. I più significativi sono: un 1° posto nel 2012 al Premio “Luce dell’arte” a Roma, 3° posto nel 2013 al Premio Europa a Lugano, 2° posto nel 2014 a Serradifalco (CL) al Premio Internazionale “Il falco d’oro”, 3° posto al Premio “Città di Pomezia” nel 2014, 3° posto al Premio “Nestore” sempre nel 2014, 3° posto di nuovo al Premio Nestore nel 2015, 2° posto al Premio Europa a Lugano nel 2015, 3° posto al Premio Polverini ad Anzio nel 2014, 3° posto al premio “Il buon riso fa buon sangue” a Roma nel 2016, 3° classificato nel 2016 al Premio Città di Filetto, 2° classificato nel 2017 al Premio D’Annunzio a Città Sant’Angelo (PE), 3° classificato nel 2017 al Premio Leandro Polverini ad Anzio, 2° classificato al Premio Città di Filetto nel 2019, 3° classificato al Premio D’Annunzio nel 2020, 3° classificato al Premio Alberoandronico a Roma nel 2021 ed il titolo di “Gran maestro della poesia” nel 2014 al Premio “Parthenope” a Lecce.
Ha pubblicato sei raccolte: “Vent’anni” nel 2011, “Il volo incerto nel cuore” nel 2013, “Alla solita luce” nel 2015, “A piccoli passi” e “Acrostici e non…” nel 2016, “Tutto in un abbraccio (per sempre) nel 2019.
Il 24 settembre 2016 ha ricevuto il Premio Histonium alla carriera per aver dato lustro in questi anni alla città di Pescara ed alla regione Abruzzo.
Il 20 ottobre 2017 ha ritirato a Madrid il premio alla carriera denominato “International Awards Talent and Professionals”, il più importante riconoscimento che viene assegnato in Spagna agli artisti di ogni genere e di tutto il mondo: scrittori, pittori, poeti, fotografi, stilisti, ecc.
Dal 2015 si è avvicinato alla pittura non perchè ha cominciato a dipingere ma perchè ha cominciato ad interpretare quadri e nel novembre del 2015 ha partecipato alla mostra “Anima in cornice” al Museo Vittoria Colonna in Pescara dove ha interpretato un dipinto della pittrice napoletana Letizia Caiazzo.

Modera: Dante Quaglietta. 

*** Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

INDICAZIONI PER PARTECIPARE AGLI EVENTI
- Dove non sia diversamente specificato non occorre prenotare; l'accesso in sala sarà consentito fino al raggiungimento del numero massimo di posti.
- Per partecipare agli eventi in cui esiste un sistema di prenotazione online è consigliabile effettuare la prenotazione e munirsi del tagliando (anche digitale) da esibire all'ingresso unitamente al greenpass valido. Solo in caso di posti ancora disponibili sarà consentito l'accesso anche senza titolo di prenotazione.
- Si raccomanda di seguire scrupolosamente le indicazioni qui riportate e quanto verrà comunicato dal nostro personale o dai volontari in sede di evento.

MISURE CONTENIMENTO COVID–19
- È obbligatorio l'uso della mascherina per tutta la durata dell'incontro.
- È necessario esibire Green Pass in corso di validità.
- L'accesso in sala è consentito fino a 15 minuti prima dell'inizio dell'evento

Iscriviti adesso alla newsletter del FLA per essere sempre aggiornato su tutte le novità e le iniziative del Festival!